Nel cuore dei Colli Orientali

Col cuore lieve e lo sguardo libero e curioso, v’ invitiamo ad abbandonarvi al dolce susseguirsi delle colline e delle infinite sfumature di verde che disegnano il paesaggio dei Colli Orientali. A caratterizzare il panorama di questo territorio, oltre agli ordinati vigneti, piccole valli, brevi e vivaci corsi d’ acqua e ombrosi rifugi boschivi, dove castagni, ciliegi selvatici, roverelle (specie di quercia diffusa in Italia) e aceri, sono testimoni delle antiche selve che nei secoli passati occupavano queste terre.

Straordinariamente vocata alla viticoltura, troviamo strati di rocce derivati dai sedimenti di fondali marini alternarsi e compenetrarsi con strati più teneri di marna (detta ponca) e strati di arenaria (sabbia calcificata) più solida e dalle tonalità più scure, che con il loro disfacimento contribuiscono a creare quel meraviglioso suolo, in cui affonadano le radici delle vigne, il cosiddetto Flysch.

Grazie a questo terreno molto ricco, alla favorevole esposizione dei vigneti e alla infinita variteà di microclimi, la gamma di vitigni che si coltivano in queste zone è molto vasta.

Ai vitigni autoctoni di Pignolo, Picolit, Friulano, Malvasia, si uniscono, la Ribolla Gialla e lo Schippettino, senza dimenticare le varietà internazionali arrivate in Friuli intorno al XIX secolo, come Sauvignon, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Merlot, Chardonnay e Cabernte Franc e Sauvignon.

Il paesaggio è un susseguirsi di colline terrazzate a confine con la Slovenia, protetti dal verde abbaraccio delle Alpi Orientali e temperati dalle brezze del vicino Mare Adriatico.

Dal 1922 la famiglia Ermacora si dedica con passione all’ arte della viticoltura. Su 70 ettari coltivano dodici tipologie di vitigni dedicandosi con passione alla salvaguardia delle varietà autoctone. Proteggono i loro vigneti avendo cura dell’ equilibrio delle biodiversità su 30 ettari di bosco. Da 4 generazioni vendemmia dopo vendemmia assecondano i ritmi della natura per racchiudere in ogni bottiglia vini che sanno raccontare il territorio. Il marchio Ermacora è sinonimo di alta qualità grazie a vini bilanciati e di grande carattere, il loro sogno è produrre vini che siano vera espressione dei valori tipici del territorio da cui provengono e vengono considerati preziosi doni per il futuro.

Grazie a produzioni volutamente contenute, a vedemmie manuali e all’ uso di moderne tecnologie di vinificazione, la viticoltura dei Colli Orientali si è notevolmente potenziata, proseguendo un percorso moderno di sviluppo ed espansione iniziato nel 1970 con il ricevimento del marchio DOC per i vini “Friuli Colli Orientali”.

I Colli Orientali sono una tavolozza di colori a cielo aperto, protagonisti sono i vigneti, che a seconda della stagione, mostrano un colore diverso. I sottili e scuri ideogrammi disegnati dai tralci delle viti nella stagione invernale, lasciano il posto in estate, alle diverse tonalità di verde, che si fa via via più intenso man mano che i piccoli pampini (foglie della vite) crescono per ombreggiare i delicati grappoli che si stanno formando. E’ però l’ autunno la stagione del cuore, delle vendemmie, dove il paesaggio si colora delle tonalità dei grappoli d’ uva.

Un viaggio alla scoperta di una piccola patria, un fantastico angolo di mondo dove mari e monti si incontrano e dove a disdetta delle leggende, che vedono il popolo friulano ritroso, severo, rude, troverete persone gentili, che vi apriranno il loro cuore magari davanti ad un buon bicchiere di vino.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
it_IT

Valuta la tua esperienza

Product reviews

Contattaci