Casa Medievale

Dopo un periodo di intenso lavoro, riprendiamo con il viaggio attraverso i nostri occhi alla scoperta di Cividale, nominata quest’anno Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano.

Ripartiamo parlandovi della Casa Medievale che da quest’estate e fino a fine ottobre ha riaperto la sua porta ai numerosi viaggiatori arrivati a visitare il primo ducato longobardo.

Essa è nota come la “Casa più vecchia di Cividale”, o “Casa dell’0refice”, o “Casa del Mille”. Tale costruzione datata seconda metà del XIV secolo, doveva ospitare un laboratorio orafo. Gli studiosi sostengono fosse stata costruita su una torre mozzata.

L’attuale struttura a tre piani sembra essere quella originale, mentre porte e finestre  sono state modificate e ampliate, eccetto la finestrella del primo piano dove la tradizione medievale colloca l’ufficio amministrativo della bottega.

Al primo piano si trovava la camera cubicolare, ovvero la camera da letto del padrone di casa, le travi del solaio sono quelle originali perché vanno a sostenere lo “sporto”, tipologia architettonica tipica del periodo medievale, al piano superiore. La lettiera era il fulcro della stanza ed era costituita da un ripiano con testata e pediera sul quale veniva posto il letto vero e proprio. Ai piedi della lettiera si poteva trovare un cassone per riporre la biancheria e gli indumenti. Facevano parte dell’arredo anche la “catedra”, sedia provvista di braccioli, scanni o sedie impagliate, non mancavano gli oggetti di devozione come una statua lignea raffigurante “la Pietà”.

Le prime differenze rispetto al piano terra sono le pareti intonacate e l’altezza della stanza ancora più ridotta rispetto al pian terreno. Tutta la stanza è illuminata da due finestrelle, una sulla parete ad est ed una su quella ad ovest.

Al secondo piano si trovava la cucina, visibile tutt’ora sono la nicchia dell’acquaio, un armadio a muro ed il focolare sormontato da una grande canna fumaria a padiglione con forma d’imbuto. Il focolare era il cuore della stanza, serviva come fonte di illuminazione, di riscaldamento e preparazione dei cibi. La sua presenza all’ultimo piano è indice di antichità della costruzione quando i camini iniziarono ad essere costruiti nelle case, venivano collocati ai piani più alti per ridurre la lunghezza della canna fumaria e limitare così il pericolo di incendi. Nel medioevo era uso comune apparecchiare la mensa su tavole appoggiate su due o più cavalletti o treppiedi ed il tutto veniva smantellato una volta concluso il pasto.

Ora non resta che farvi una visita
Orari: Sabato e Domenica 10.30-12.30   15.00-19.00

La Casa Medievale si trova in: Stretta Tommasino Cerchiari
All’entrata esibire il Green Pass ed un documento d’identità Info: 0432 710460

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
it_IT

Valuta la tua esperienza

Product reviews

Contattaci